Recensione: L’inganno del cuore – Ledra

pubblicato in: Recensioni | 2

Titolo: L’inganno del cuore (serie I Bacigalupi # 2)

Autore: Ledra

Pubblicazione: Self-Publishing aprile 2017

Sinossi: L’amore ha da sempre spaventato i fratelli Bacigalupi e Gordiano è il più restio ad aprire il suo cuore. Quando meno se lo aspetta, però, riceve una proposta che non può rifiutare: deve sedurre la figlia di un imprenditore in cambio della realizzazione di un sogno. Che sforzo potrà mai essere per uno come lui, abituato a usare le donne e a non legarsi mai, sposarne una per affari? Eppure Clelia è diversa. La maestra di Yoga, dai gusti nel vestire più orrendi che esistano, lo affascina e attrae come nessuna. Lei sorride e lui reagisce come uno sciocco, lei lo adula e lui si ritrova a gongolare. Qualcosa non sta andando come nei suoi piani e il sentimento bussa alla porta del suo cuore sterile ormai chiuso. A peggiorare la situazione c’è anche il coinvolgimento di suo padre, l’uomo più serio e lontano dall’emotività che lui abbia mai conosciuto, con la buffa zia di Clelia, Annelisa. Non gli rimane che una scelta, quella di scappare. Ma sarà abbastanza veloce per non farsi accalappiare da lei? Oppure è ormai troppo tardi?
Il secondo romanzo della serie Bacigalupi, i bei fratelli che fanno sorridere e sospirare con le loro avventure sentimentali.

 

La tenera dolcezza che ormai contraddistingue lo stile di Ledra, ancora una volta ci ha ipnotizzato in questo nuovo capitolo della vita dei Bacigalupi. Per chi non avesse mai sentito parlare di questi affascinanti ragazzoni (non meno affascinante è Lorenzo, il capo famiglia) vi invito a rimediare il prima possibile.

Secondo capitolo delle serie I Bacigalupi, (arricchita di spin off e intrecciata con la serie I Piloti), questo nuovo romanzo ci rende partecipi del percorso interiore di Gordiano, verso la scoperta dell’amore. Un sentimento talmente tanto pericoloso che lui ha tenuto ben distante dal suo cuore per troppi anni, ancora scottato dalla sofferenza che lo ha divorato ogni singolo giorno dalla morte di sua madre.

Gordiano vede i suoi fratelli, chi più chi meno, reagire a quello stesso dolore, e superare la paura di perdere di nuovo una persona amata. Ma per lui è diverso, la ragione gli impedisce di mostrare il fianco a un sentimento che potrebbe strappargli il cuore definitivamente.

Così, quando accetta la proposta di Selmi di irretire la figlia fino a sposarla in cambio di benefici non indifferenti per la sua carriera, Gordiano non teme assolutamente alcun imprevisto sentimentale, convinto di poter portare a termine il diabolico piano senza riportare ferite di alcun genere.

Il giovane ingegnere navale non ha minimamente idea del pasticcio in cui si sta infilando.

Clelia Selmi, è tutto fuorché una preda facile. Il carattere solare ma forte e determinato la porta a tenere a bada tutti i maschi alfa che le passano a fianco. Già in guardia dai continui tentativi del padre di farla convolare a nozze, Clelia ha ormai issato una corazza protettiva che la difende da ogni attacco puramente lucrativo. E così, quando vede quel bellimbusto di Gordiano presentarsi al suo corso di yoga, subito capisce che un altro sicario è stato ingaggiato dal padre per adescarla.

Inizia così un divertente gioco di ruolo tra i due: Gordiano intento a dimostrarsi l’uomo perfetto secondo i gusti di Clelia e lei, intenta a provocarlo per vederlo cedere.

Possibile che gli uomini si debbano interessare a lei solo per quel cognome che spesso pesa sulle sue spalle più di un macigno? Se non c’è posto per l’amore vero allora si dia il via a una guerra spietata e che vinca il migliore.

Ma quelli che abbiamo davanti sono due personaggi che si fingono duri quando invece sono proprio i loro cuori a giocargli un brutto scherzo.

Tra un sorriso e una vibrazione di ormoni, conosceremo l’animo dei due protagonisti, troppo intenti a difendersi da una sofferenza già preannunciata per rendersi conto di quanto stiano già mettendo in gioco sentimenti che poi non sarà facile domare.

E ci viene spesso la voglia di prendere a schiaffi entrambi, per quanto siano testardi e orgogliosi nel tenere il punto in una battaglia che loro stessi non vogliono davvero vincere. Perché essere obbligati a fingersi perfetti innamorati, condividere una falsa vita matrimoniale per sei mesi si dimostra essere un dolce stillicidio. La verità è che Gordiano e Clelia sono fatti l’uno per l’altro e rendersene conto è tanto difficile quanto più si avvicina il giorno in cui il loro accordo dovrà terminare.

Ognuno di loro, equivocando i segnali che arrivano dall’altra parte, si impunta sempre di più, rendendosi conto di esser rimasto vittima del suo stesso piano. Gordiano capisce che comandare al proprio cuore di non innamorarsi è una fatica sprecata quando la vita lo porta ad incontrare l’unica donna, forse, in grado di far cedere le sue difese. Clelia, dal canto suo, si rende conto che l’affascinante latin lover che tanto cerca di allontanare, è l’uomo che può dare senso alla sua vita, regalandole emozioni e sensazioni che mai ha provato e mai proverà altrimenti.

Ma arrendersi per primi vuol dire dare all’altro il potere di calpestare il proprio cuore e per quanto terrorizzati, nessuno dei due vuole cedere, rischiando così di perdere davvero e per sempre l’amore della propria vita.

A far da cornice a questi due deliziosi testardi, apprezziamo la dolcissima storia d’amore nata tra Lorenzo, padre di Gordiano e Annelisa, zia alquanto originale di Clelia.

Lui, Lorenzo, un uomo che per anni, troppi a dir la verità, ha chiuso le porte del suo cuore, convinto che mai nessun’altra donna potesse sostituire la sua amata Angela.

Lei, Annelisa, spassosa e originale, intelligente seppur con la testa tra le nuvole, sogna ancora l’amore eterno nonostante non sia più una ragazzina.

Tra i due scocca subito un’alchimia che li avvince fino a farli capitolare e la maturità che dimostrano nel rendersi conto di quanto stiano bene insieme, lascia basiti anche Gordiano e Clelia.

Ecco quindi che ci si presenta, in questo nuovo capitolo dei fratelli Bacigalupi, un quadro delizioso e divertente, dove, tra un sorriso e un cipiglio, un momento hot e un istante romantico, Ledra ha saputo regalarci un messaggio molto importante.

Non importa quanto la vita ci abbia tolto, o quanta sofferenza si alimenti ancora nel nostro animo; quando il cuore riconosce la sua metà perfetta, ogni remora imposta dalla ragione cessa di avere la forza di imporsi.

A costo di ripetermi: lo stile delicato ma assolutamente non banale che caratterizza la scrittura di Ledra ci assicura una lettura piacevolissima e affatto noiosa. Un vero cuscino morbido su cui poggiarsi per regalarci attimi di spensieratezza e lasciandoci con il sorriso sulle labbra in attesa della prossima avventura.

 

2 Risposte

  1. Grazie per questa splendida recensione. Mi fa piacere che Gordiano abbia colpito!

  2. L’ho adorato! Non vedo l’ora di poter leggere il terzo capitolo di questa saga.

Lascia una risposta